Dormire con le lenti a contatto: si può?

Le lenti a contatto sono una scelta comoda e pratica per chi vuole correggere la vista senza dover indossare occhiali. Tuttavia, una domanda frequente tra gli utilizzatori di lenti a contatto è:“Si può dormire con le lenti a contatto?” o “cosa succede se mi addormento con le lenti?”.

Ecco, in questo articolo, cercheremo di fare chiarezza su cosa succede se dormiamo con le lenti a contatto e forniremo consigli utili per chi cerca risposte a queste domande.

Tipi di lenti a contatto e idoneità al sonno

Esistono vari tipi di lenti a contatto e ognuna da delle caratteristiche ben definite. Vediamone le 3 principali:

Lenti a contatto giornaliere

Le lenti a contatto giornaliere sono progettate per essere indossate solo durante il giorno e devono essere rimosse prima di andare a dormire.

Queste lenti sono generalmente più sottili e meno resistenti rispetto ad altri tipi di lenti, e non sono adatte per l’uso notturno.

Lenti a contatto a uso prolungato

Le lenti a contatto estese sono realizzate con materiali ad alta permeabilità all’ossigeno, permettendo una maggiore traspirazione. Queste lenti possono essere indossate continuamente per un periodo di tempo che varia da pochi giorni a un mese, a seconda delle raccomandazioni mediche o del tuo ottico.

È fondamentale seguire attentamente le istruzioni per ridurre il rischio di complicazioni.

Lenti a contatto ortocheratologiche

Le lenti ortocheratologiche, o “orto-k”, sono progettate per essere indossate durante la notte. Queste lenti rimodellano temporaneamente la cornea, permettendo una visione chiara durante il giorno senza l’uso di lenti a contatto o occhiali.

Sono particolarmente utili per chi soffre di miopia lieve o moderata.

Dormire con le lenti a contatto

I rischi di dormire con le lenti a contatto non idonee

Infezioni oculari

Uno dei principali rischi associati al dormire con le lenti a contatto è l’aumento delle infezioni oculari. Quando si dorme con le lenti, si crea un ambiente umido e caldo che favorisce la proliferazione di batteri e altri microrganismi.

Tra le infezioni più comuni vi è la cheratite, un’infiammazione della cornea che può causare dolore, arrossamento e, nei casi più gravi, perdita della vista.

Ipossia corneale

La cornea, la parte trasparente dell’occhio, riceve ossigeno direttamente dall’aria. Dormire con le lenti a contatto può ridurre l’apporto di ossigeno alla cornea, causando ipossia corneale.

Questa condizione può portare a sintomi come secchezza, irritazione e visione offuscata. L’ipossia prolungata può anche danneggiare la cornea in modo permanente.

Secchezza oculare

Le lenti a contatto possono assorbire l’umidità dagli occhi, aggravando la secchezza oculare. Durante il sonno, la produzione di lacrime diminuisce, e le lenti a contatto possono rendere gli occhi ancora più secchi, causando discomfort e aumentando il rischio di irritazioni e infezioni.

Cosa succede se ti capita di dormire con lenti a contatto non adatte al sonno?

Può succedere di addormentarsi accidentalmente con le lenti a contatto non adatte al sonno. In questi casi, è importante seguire alcuni passaggi per minimizzare i danni:

  1. Non rimuovere subito le lenti a contatto: Dopo una notte di sonno, le lenti potrebbero essersi seccate sugli occhi. Rimuoverle immediatamente potrebbe causare abrasioni alla cornea.
  2. Idratare particolarmente bene con un collirio indicato: Utilizza un collirio specifico per idratare e lubrificare gli occhi. Questo aiuterà a rimuovere le lenti con maggiore facilità e sicurezza.
  3. Recarsi a farsele rimuovere da un ottico specializzato: Se non riesci a rimuovere le lenti o se senti dolore o fastidio, è consigliabile rivolgersi a un ottico specializzato che potrà rimuovere le lenti in modo sicuro e controllare eventuali danni agli occhi.

Consigli per chi dorme con le lenti a contatto a uso prolungato

Se invece utilizzi le lenti a contatto a uso prolungato, è importante adottare alcune precauzioni per minimizzare i rischi associati:

Mantieni una buona igiene delle lenti

Assicurati di pulire e disinfettare regolarmente le tue lenti a contatto secondo le indicazioni del produttore e del tuo ottico. Una buona igiene delle lenti è essenziale per prevenire infezioni oculari e mantenere la salute degli occhi.

Fai pause regolari

Anche se le tue lenti a contatto sono approvate per l’uso notturno, concedi ai tuoi occhi delle pause senza lenti per ridurre il rischio di complicazioni. Ad esempio, puoi rimuovere le lenti durante la notte una volta alla settimana per permettere agli occhi di riprendersi.

Dormire con le lenti a contatto

Fai controlli regolari

Effettua controlli regolari con il tuo ottico per monitorare la salute dei tuoi occhi e la compatibilità delle lenti a contatto con l’uso notturno. Il tuo ottico può fornirti consigli personalizzati e rilevare eventuali problemi in anticipo.

Noi dello studio ottico Microlens abbiamo un’esperienza pluriennale nel settore ottico e siamo disponibili a rispondere a ogni dubbio dei nostri clienti. Se hai domande sulle lenti a contatto o sulla salute dei tuoi occhi, non esitare a contattarci. Siamo qui per aiutarti a vedere meglio e a prenderti cura della tua vista!

Condividi:

Giulia Loiacono

Giulia Loiacono

Autore